Firenze è in grado di  farvi immergere nel passato e  trasportarvi in uno dei momenti storici più affascinanti della nostra cultura. In realtà, servono ben poche presentazioni: è indubbiamente una città affascinante e rinomata in tutto il globo.

Probabilmente Firenze è uno dei capoluoghi italiani che preferisco, il suo patrimonio culturale spicca in un paese ricco di storia e cultura… e poi -diciamolo- girovagare nei vicoli del centro rapisce ogni visitatore, offrendo uno spaccato ben conservato del Rinascimento italiano.

Firenze - Cattedrale di Santa Maria del Fiore

Solitamente, quando partiamo per un weekend, abbiamo sempre il nostro itinerario in tasca, studiato e curato nei minimi dettagli; sappiamo già quali musei ci interessano e cosa vogliamo assolutamente vedere. Beh, non questa volta!!

Il viaggio è arrivato in un periodo molto pieno per entrambi, sia dal punto di vista lavorativo che universitario, e l’unica cosa che avevamo alla partenza era il biglietto per il treno ed il Firenze Rocks (anche stavolta Marco non poteva assolutamente rinunciare a suoi fratelli metallo \m/).

Perché partire organizzati per Firenze

Ci sentiamo vivamente di consigliarvi di non fare quello che abbiamo fatto noi, ovvero, partire senza un itinerario. Quando si sta via per solo 48/72 ore è importante essere organizzati per evitare di incombere in brutte sorprese (Cappella del Brunelleschi sold out, Battistero chiuso, coda infinita agli Uffizi.. queste sono solo alcune delle piccole disavventure capitateci). Sicuramente nulla di irrimediabile, però perché non pensarci prima?!

Del resto qualche piccolo accorgimento, come l’acquisto online dei biglietti per il museo degli Uffizi o il biglietto per il complesso del Duomo, potrebbe consentirvi di risparmiare un po di fila. Infine, se anche voi sperate nelle riduzioni per studenti come in ogni altra città europea, beh a Firenze tutto ciò non esiste e sinceramente lo abbiamo trovato alquanto assurdo ma essendo quasi tutto gestito da privati c’era da aspettarselo.

Ponte vecchio

Quando programmare il viaggio

Parliamo di una città che ospita circa 9 milioni di turisti l’anno, quindi evitate i giorni che coincidono con festività o ponti feriali, perché pasereste il vostro tempo in fila.

Noi, che questa volta l’organizzazione l’abbiamo evitata come la peste, siamo partiti a metà Giugno che coincideva sia con il Pitti (che richiama ogni anno tantissimi amanti della moda) che con il Firenze Rocks.

Scelta saggia? Diciamo che la nostra scelta era subordinata alla volontà di partecipare al festival, quindi non avevamo alternative.

Possiamo comunque dire di essere stati fortunati e fatto salvo per un’infinita fila all’ingresso di Santa Maria del Fiore (ma ne è valsa la pena!) siamo riusciti a fare tutto abbastanza velocemente.

Cosa vedere a Firenze

Santa Maria del Fiore, il Campanile di Giotto e il Battistero, tutti situati nella Piazza del Duomo, compongono un’armonia architettonica e visiva decisamente unica. Non importa se si abbia già avuto la fortuna di ammirare la piazza in passato: davanti a tanta bellezza non si può che restare ammaliati. Il Duomo (Santa Maria del Fiore) è una delle basiliche più ampie del pianeta, nota principalmente per la facciata in marmo bianco e verde e per la Cupola del Brunelleschi. Il Campanile e il Battistero, però, non sono da meno e giocano anch’essi un ruolo da padrone nelle perle del capoluogo toscano. La visita al complesso è d’obbligo (il biglietto comprende, inoltre, anche l’ingresso al Museo dell’Opera di Santa Maria del Fiore) ma come anticipato prima vi consigliamo di prenotarlo online con qualche settimana di anticipo.

___________________________________________________

PIAZZA DUOMO

Museo dell’Opera di Santa Maria del Fiore 10:00 – 17:00

Cupola del Brunelleschi e Campanile di Giotto 8:15 – 19:00

Battistero di San Giovanni (chiuso di Domenica) 8:15 – 10:15 / 11:15 – 19:30

___________________________________________________

Firenze - Campanile di Giotto
Vista della Cupola del Brunelleschi, Firenze

Il Ponte Vecchio rappresenta un altro luogo simbolo di Firenze ed è certamente uno dei ponti più fotografati d’Italia.

E’ il primo e più antico ponte della città che collega le due estremità di Firenze.

Ponte Vecchio,

L’ultimo monumento che la coscienza impone assolutamente di visitare è Palazzo Vecchio di Piazza della Signoria. All’interno della piazza troverete una riproduzione del celebre David di Michelangelo (l’originale è conservato nella Galleria dell’Accademia).

Piazza della Signoria, Firenze

La città ospita un complesso museale tra i più noti al mondo. La Galleria degli Uffizi ricca di opere d’arte di numerosissimi artisti. Anche in questo caso, se non volete perdere ore in coda, conviene prenotare l’ingresso in anticipo.

_____________________________________________

UFFIZI

Orari: 8:15 – 18:50

Giorni di chiusura: Tutti i lunedì, 1° Gennaio, 1° Maggio e Natale.

_____________________________________________

Ma Firenze è molto altro: godetevi le basiliche di Santa Croce e San Lorenzo (con l’omonimo mercato), Piazza della Repubblica e le Chiese di Santa Maria Novella e Orsanmichele.

Se avete voglia di fare due passi (ma precisiamo che si possono anche usare comodamente i mezzi pubblici, che è ciò che abbiamo fatto noi), raggiungete Palazzo Pitti e Piazzale Michelangelo, la posizione rialzata di quest’ultima vi farà ammirare la città in tutto il suo splendore.

Vista Firenze Piazzale Michelangelo
 Chiese di Santa Maria Novella

Firenze non richiede troppi giorni per essere apprezzata a pieno; non perdete, però, la possibilità di visitarla con totale tranquillità.

E’ l’unico modo per comprendere come mai sia così speciale.

Aspettate ancora un attimo e lasciatevi raccontare cosa abbiamo scoperto

Si sa, che camminare mette molto appetito. Se vi state chiedendo quali sono i posti consigliati dove mangiare a Firenze noi ne abbiamo trovato uno che ci ha letteralmente rapito. Curiosi ?? Venite a scoprirlo nel nostro articolo dedicato allo STREET FOOD migliore di Firenze: