DOVE MANGIARE A VENEZIA

Non so voi ragazzi, ma ogni volta che stiamo per intraprendere un nuovo viaggio iniziamo a pensare in maniera ossessiva a dove mangiare (spero capiti anche a voi e che non sia una malattia solo nostra!!). I primi propositi sono sempre encomiabili “questa volta non esageriamo con il cibo”, oppure “facciamo una colazione abbondante e saltiamo il pranzo”… e, ogni volta, dopo due minuti ci ritroviamo innanzi al pc o su Instagram a spulciare foto di ristoranti per cercare piatti appetitosi.

Per il nostro weekend a Venezia ovviamente non siamo stati da meno, (se volete informazioni aggiuntive riguardo alweekend allora non perdetevi il nostro articolo).
In questo caso, però, oltre a chiederci quali fossero i piatti tipici e i posti più carini in cui andare, ragionavamo su come avremmo fatto a non spendere una piccola fortuna.
Cosi è iniziata la nostra ricerca folle sui social, abbiamo letto articoli e messo insieme un pò tutte le informazioni.

In questo post vi riassumeremo in breve tutto ciò che abbiamo scovato e come metterlo in pratica.
Il risultato, vi starete chiedendo?? Siamo riusciti a mangiare bene senza far piangere i nostri portafogli.

Innanzitutto smentiamo il fatto che a Venezia è impossibile spendere poco per mangiare, basta guardarsi intorno e non farsi ammaliare dai primi ristoranti che affacciano su piazza San Marco.

Ci sono sicuramente un paio di cose di cui tener conto :

  • Se il vostro budget è ridotto state lontani da tutti i locali o ristoranti che si affacciano sui luoghi più turistici di Venezia. Piazza San Marco non è per niente a buon mercato quindi ATTENZIONE!
  • Troverete spesso il menu esposto all’esterno, quindi date un occhio prima di entrare ed eviterete di cadere in spiacevoli sorprese
  • Molti posti sono degli “accalappia turisti”, cercheranno di convincervi ad entrare a tutti i costi ma voi statene alla larga e scegliete posti in zone meno trafficate.

Tuttavia, la rivelazione del weekenda è stata The Fork: un’applicazione affiliata a TripAdvisor che permette di prenotare direttamente online un tavolo in un ristorante, con sconti che raggiungono il 50%.

Noi lo abbiamo sfruttato il Sabato sera, e nonostante, fossimo scettici, si è rivelata davvero una grande scoperta.

Il nostro soggiorno a Venezia è durato giusto due giorni, quindi non abbiamo potuto sperimentale molto la cucina locale; ad ogni modo, vi indichiamo due dei posti in cui abbiamo mangiato e ci siamo trovati bene.

FARINI

Premettendo che il nostro motto è: “colazione abbondante e poi dritti fino a cena”, (anche se non sempre riusciamo a mantenerlo!), nella pausa pranzo ci siamo fatti tentare da FARINI.
Sicuramente uno dei posti a buon mercato di Venezia e ideale se il vostro concetto di pranzo è abbastanza informale.
Da Farini, per gli amanti del salato, è possibile gustare pane, focacce, panini farciti, insalate, e sopratutto tranci di pizza fumante. Se invece, ciò che cercate è una merenda dolce siete fortunati, perché è presente anche un bell’assortimento di torte.
Ad essere onesta, ho adorato questo posto non solo per il trancio di pizza con la crescenza ma per le sue bruschette con l’avocado. (per chi ama e lo ama come me è una vera leccornia).

ANCÒRA

Pima vi abbiamo parlato di TheFork ed è proprio nel suddetto ristorante che abbiamo testato l’app. Abbiamo usufruiti di uno sconto del 50% sul conto finale (!) che ci ha decisamente permesso di risparmiare. Abbiamo optato per due portate ciascuno, acqua, un calice di vino e coperto per un totale di venti euro a testa. Il risparmio è stato notevole.
TheFork ci ha permesso di mangiare in un bel ristorante, posizionato a due passi dal ponte di Rialto. Una zona molto giovanile e piena di vita notturna.

Ma per spendere così poco avremo sicuramente optato per delle pietanze economiche.. E invece no!
Io e Marco che di solito, senza volerlo, ci copiamo i piatti (in realtà  io a copiare i piatti di Marco), abbiamo stranamente scelto portate totalmente differenti. Davvero buonissime le linguine al nero di seppia, e i gamberoni al vapore. Il servizio molto cordiale, l’atmosfera intima e rilassante. Una buona scelta.

Un ultimo consiglio: se, come noi, i vostri itinerari sono lunghissimi e non avete sufficiente tempo per fermarmi un’intera ora per pranzare non preoccupatevi; Venezia è piena di ristoranti che vi permettono di ordinare pasta fresca e di mangiarla in strada mentre esplorate ponti, campi e calli veneziani.
Tagliatelle e gnocchi freschi, ma anche pesce fritto, e con meno di dieci euro avrete mangiato bene ottimizzando il vostro tempo.